19 lug 2015

In viaggio nel tempo e nell'anima con Rose Tremain

Rose Tremain è una scrittrice inglese apprezzata per gli affreschi storici che riesce a dipingere con i suoi romanzi. Ha un’incredibile capacità di ricreare atmosfere di epoche passate e popolarle di personaggi credibili, dalle personalità complesse. Ogni piccolo oggetto attorno a loro prende vita, caratterizzando la scena ed i personaggi stessi e diventa significativo rivelando, oltre alla grande dote di narratrice, la padronanza delle tecniche narrative che ha insegnato per anni nei corsi universitari di scrittura creativa presso la University of East Anglia. Un’altra straordinaria dote di Rose Tremain è la capacità di immedesimarsi nei suoi protagonisti e trasmettere al lettore il loro punto di vista, siano essi uomini o donne, di quest’epoca o di un’altra. Per lei è quasi una sfida: riuscire ad usare l’immaginazione fino ad immedesimarsi anche nel personaggio più distante e strano possibile. Ecco che i suoi protagonisti sono variegati: dal medico cialtrone de Il favorito, al  cercatore d’oro neozelandese, a un vedovo polacco, un bambino, un maggiordomo, perfino Wallis Simpson.
Ogni romanzo è preceduto da un’approfondita ricerca, ma è importante per l’autrice fare in modo che le informazioni ricavate dalla ricerca rigorosa siano in un certo senso ‘invisibili’ e vengano completate dall’immaginazione: esse devono aiutare a ricreare l’atmosfera giusta, anziché manifestarsi sotto forma di dati e informazioni enciclopediche.
Ci sono diverse interviste disponibili su YouTube dalle quali si percepisce una certa sicurezza, una grande professionalità nel modo in cui parla di sé e del suo approccio alla narrazione. 
Se dovessi insegnare Rose Tremain a scuola, fare sicuramente vedere l’intervista per la casa editrice francese JCLattes: https://www.youtube.com/watch?v=oXSXVc0DcGA
Credo che il modo migliore per far conoscere un autore, soprattutto per quanto riguarda i contemporanei, sia avvicinare i ragazzi il più possibile all’autore stesso, anziché leggere sterili introduzioni ricche di date sui libri di testo. In questa intervista l’autrice parla in modo chiaro e comprensibile di stile, di narrazione, di metodo e credo che con una scheda guidata da completare i ragazzi coglierebbero più facilmente le caratteristiche più rilevanti dell’autrice. Farei poi seguire la lettura di uno stralcio da uno dei suoi romanzi e chiederei di ritrovare nel testo alcuni degli elementi di cui ha parlato nell’intervista, magari creando dei gruppi di lavoro e affidando a ciascun gruppo un brano da un romanzo diverso e facendo poi esporre a ciascun gruppo gli esiti del lavoro di ricerca. Insomma, attuerei una strategia da 'scuola-laboratorio' che credo Rose Tremain apprezzerebbe molto...





Rose Tremain is an English writer who is very appreciated for the historical frescoes she paints with her novels. She has an incredible skill to create atmospheres of past ages and get them alive with complex characters. Every small thing around them comes to life and enriches the scene, as well as the characters themselves and becomes significant. That’s how you get the idea that you are reading a book by a skilled novelist, one who masters narrative techniques. In fact she had been teaching creative writing at the University of East Anglia. But there’s another extraordinary gift: it’s her skill to identify herself with her protagonists and convey to her reader their point of view, wether they be men or women, from this age or another. It’s almost a challenge to her: being able to use her imagination and put herself in the mind of someone who is as far and strange as possible to herself. Her protagonists are varied: from the scoundrel doctor of Restoration to a New Zealand gold digger, a Polish widower, a boy, a butler, even Wallis Simpson.
Every novel is preceded by accurate research, but it’s very important to Mrs Tremain that the information from her research are ‘invisible’: she needs her imagination to make them complete. The results of her research must help recreate the right atmosphere, and not show up in the novel under datas and encyclopedic information.
There are some video-interviews on YouTube where you can get an idea of her self-confidence and competence in the way she talks about herself and her relationship with narration. If I had to teach Rose Tremain to ESL students at school, I would certainly show the interview for the French Editor JCLattes: https://www.youtube.com/watch?v=oXSXVc0DcGA
I think the best way to get students to learn a writer, especially as regards contemporary authors, is to let them approach the author himself/herself, rather than read sterile introductions full of datas on their school books. In the mentioned interview Mrs tremain talks very clearly of style, narration, method and I think that with a guided worksheet the students would be able to  easily remember the writer. I would then give them an excerpt from a novel and ask them to find in it elements of the things she mentioned in her interview. Better, I would divide them into groups of research, giving each an excerpt from a different novel and asking them to present the results of their work to the class. I think Rose Tremain woul appreciate this approach…
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...